I benefici della meditazione

Guidati da un insegnante qualificato, la pratica regolare della meditazione porta molti benefici a breve, medio e lungo termine:

  • Attenzione e concentrazione accentuate.
  • Intelligenza acuita e capacità di prendere decisioni chiare.
  • Riduzione stress, ansia e preoccupazioni.
  • Ascolto e comunicazione migliorati.
  • Riduzione rabbia e frustrazione.
  • Flessibilità e creatività per risolvere i problemi.
  • Aumento della fiducia in se stessi e dell’autostima.
  • Pace interiore e felicità stabili.
  • Insolito benessere fisico e mentale.
  • Atteggiamento positivo e ottimista.
  • Migliori relazioni personali e professionali.
  • Migliore salute fisica e mentale.

Perché e in che modo si manifestano questi benefici?

Addestrandoci con pazienza e costanza nella meditazione, i pensieri distraenti allenteranno la presa su di noi e proveremo un senso di pace e rilassamento interiori. La nostra mente si sentirà chiara e spaziosa e ci sentiremo riposati.

Riflettiamo su questa analogia: quando il mare è agitato, si produce del sedimento, quindi l’acqua diventa torbida. Quando il vento si attenua e gradualmente il sedimento si assesta, l’acqua diventa limpida. Quindi si manifesta la bellezza che perdura inalterabile sulla superficie dell’oceano, senza mai mutare. Nello stesso modo, quando l’agitazione della nostra mente si attenua, questa diventa calma, lucida e spaziosa e i nostri problemi e le preoccupazioni svaniscono. Allora ci sentiamo naturalmente ben disposti verso gli altri perché riveliamo la nostra vera e profonda natura, che è essenzialmente buona.

Se dimoriamo per un momento, senza distrazioni, sulla meditazione focalizzata sul respiro, questa è profondamente rigenerante e nutriente. Come un sonno ristoratore. La meditazione è spesso un buon consiglio; ci rende più creativi ed efficienti e soprattutto più preparati ad assumerci le responsabilità quotidiane con un piacere crescente. Per noi diventerà facile affrontare le situazioni difficili “lasciando andare” nella meditazione.

Fuori dalle sessioni di meditazione, non identificandoci più con stati mentali sconvolti e incontrollati, diventiamo più fiduciosi in noi stessi e le nostre scelte e decisioni diventeranno più misurate e reattive. Conseguentemente la nostra autostima crescerà e le nostre relazioni miglioreranno.

“Quando la turbolenza dei pensieri distraenti si placa e la nostra mente diventa quieta, profonda felicità e appagamento sorgono naturalmente dall’interno. Attraverso l’addestramento meditativo, le nostre menti diventeranno gradualmente sempre più pacifiche e sperimenteremo una felicità sempre più pura. Nel tempo saremo in grado di rimanere felici in ogni momento, persino nelle situazioni più difficili.”

Tratto dal libro The New Handbook of MeditationNuovo manuale di meditazione di Geshe Kelsang Gyatso.

Quanto tempo è necessario dedicare alla meditazione per iniziare a sperimentare simili benefici?

Praticando la meditazione sul respiro per soli dieci o quindici minuti ogni giorno, saremo in grado di ridurre questo stress e tensione, causati in gran parte alle nostre esagerate aspettative. Poiché la maggior parte dei nostri problemi, inclusi i problemi di salute, derivano dallo stress represso, è un buon investimento di tempo ed energia per simili risultati positivi.

La meditazione sul respiro è un primo approccio che da solo può essere relativamente potente. Focalizzare la mente sul respiro ci consente di sperimentare pace interiore e contentezza, indipendentemente dalle circostanze esteriori della nostra vita.

Qual’è lo scopo di scoprire altre forme di meditazione?

Avendo acquisito una certa esperienza nella meditazione sul respiro è bene impegnarci nelle meditazioni che coltivano familiarità con nuovi stati mentali. Solo queste meditazioni, note come Lamrim (stadi del sentiero), permettono di liberarci in modo definitivo dai nostri problemi e sofferenze. Sono queste le meditazioni che ci faranno provare i massimi benefici.
Se desideriamo ottenere una pace interiore permanente che ci libera completamente dai problemi e dalla sofferenza è necessario progredire oltre la semplice meditazione sul respiro, e impegnarci in pratiche come le ventuno meditazioni Lamrim, spiegate nel libro Nuovo manuale di meditazione .