Buddhismo – Nuova Tradizione Kadampa

Buddhismo Kadampa

È una scuola di buddhismo Mahayana fondata dal grande Maestro buddhista Indiano Atisha (982-1054 d.C.)
Nel termine ‘Kadampa’ ‘Ka’ si riferisce agli insegnamenti di Buddha, e ‘dam’ alle speciali istruzioni Lamrim di Atisha. I Kadampa quindi sono i praticanti che considerano gli insegnamenti di Buddha come istruzioni personali e li mettono in pratica seguendo le istruzioni del Lamrim.
Integrando la loro comprensione di tutti gli insegnamenti di Buddha nella loro pratica del Lamrim e integrando la propria esperienza del Lamrim nella loro vita quotidiana, i praticanti Kadampa usano gli insegnamenti di Buddha come metodi pratici per trasformare le attività quotidiane nel sentiero all’illuminazione.

I grandi Maestri Kadampa

Dopo Atisha, il lignaggio Kadampa fu trasmesso in una successione di grandi Maestri quali Dromtönpa, Geshe Potowa, Geshe Sharawa, e Geshe Chekhawa.
Questi preziosi Maestri non furono solo grandi studiosi ma anche praticanti spirituali di immensa purezza e sincerità.
Posero un’enfasi particolare sulla pratica dell’addestrare la mente (Lojong), attraverso la quale tutte le esperienze quotidiane, e specialmente tutti i problemi, sofferenze e difficoltà, possono essere trasformati nel sentiero spirituale.

I Nuovi Kadampa

Il lignaggio Kadampa fu trasmesso di generazione in generazione fino al grande Maestro buddista Je Tsongkhapa, nel quattordicesimo secolo.
Je Tsongkhapa chiarì tutti gli insegnamenti del Kadam Dharma e li rese molto accessibili per le persone del suo tempo.
In particolare, egli mostrò come combinare le pratiche Lamrim e Lojong con il Tantra Mahamudra, riunendoli in una pratica quotidiana.
Proprio come l’unione di studio e pratica fu una caratteristica dei precedenti Kadampa, così l’unione del Sutra e del Tantra divenne una caratteristica dei Nuovi Kadampa, nome con il quale sono conosciuti i seguaci di Je Tsongkhapa.

Buddhismo Kadampa moderno

Dopo Je Tsongkhapa il nuovo lignaggio Kadampa fiorì per centinaia di anni, giungendo ai nostri giorni.
Negli ultimi trent’anni si è diffuso ampiamente in tutto il mondo grazie al Maestro buddhista contemporaneo Venerabile Geshe Kelsang Gyatso.
Fondatore della Nuova Tradizione Kadampa, l’Unione buddhista Kadampa Internazionale, Geshe Kelsang ha creato un’infrastruttura globale per promuovere e preservare il buddhismo Kadampa per le generazioni future.

La Nuova Tradizione Kadampa – Unione Buddhista Kadampa Internazionale (NTK-UBKI) – è un’associazione internazionale dei Centri di studio e meditazione Buddhisti Mahayana che seguono la tradizione Buddhista Kadampa fondata dal Venerabile Geshe Kelsang Gyatso.

Tutti questi Centri seguono i tre Programmi di studio della Nuova Tradizione Kadampa e sono guidati da un codice comune di disciplina morale chiamato “Regole Interne della NTK-UBKI”.

Per unificarle sotto gli auspici di un’entità legale, ogni Centro NTK-UBKI è membro dell’Ente di beneficenza (charity) Buddhista Internazionale con il medesimo nome di ‘Nuova Tradizione Kadampa – Unione Buddhista Kadampa Internazionale’.
L’Ente di beneficenza (charity) è registrato in Inghilterra e la sua gestione è completamente democratica, condividendo i compiti direttivi tra un Direttore Spirituale Generale e un Vice Direttore Spirituale, un team di manager e i membri dei Centri stessi.

Alle riunioni generali dell’Ente, ciascun Centro NTK-UBKI è rappresentato dal suo Insegnante Residente.
La NTK-UBKI sostiene un ‘Progetto Internazionale dei Templi’, il cui scopo generale è la diffusione della fede buddhista della Nuova Tradizione Kadampa, e lo scopo particolare è la manifestazione della pratica buddhista attraverso un servizio pubblico.

Per portare a compimento questo scopo la NTK-UBKI pone enfasi sullo sviluppo, nel mondo, di:

● Centri Buddhisti Kadampa locali
● Centri Buddhisti Kadampa regionali
● Templi Buddhisti Kadampa Internazionali
● Centri Internazionali di ritiri
● Strutture nazionali editoriali

La NTK è una tradizione Buddhista pienamente indipendente e la NTK-UBKI non ha affiliazioni politiche di alcun genere.

Con quasi 1200 Centri e gruppi buddhisti Kadampa nel mondo, ci sono ora migliaia di persone che praticano il buddhismo Kadampa sotto la guida del Venerabile Geshe Kelsang Gyatso.

Questa universale comunità Kadampa è come una famiglia spirituale globale che ci aiuta a progredire nella nostra pratica.

Il supporto del sangha, i nostri amici spirituali che ci ispirano con il loro esempio, ci assistono nella nostra pratica e ci incoraggiano a seguire i sentieri corretti, è fondamentale per il modo di vivere buddhista.

La felicità è uno stato della mente perciò la vera fonte della felicità si trova nella mente, non nelle circostanze esterne.

Se la nostra mente è pura e pacifica saremo felici, indipendentemente dalle condizioni esterne, ma se è impura e non pacifica non troveremo mai la felicità, non importa quanto proviamo a cambiare le nostre circostanze esterne.

Con la meditazione coltiviamo quegli stati di mente che conducono alla pace e al benessere e sradichiamo quelli che non lo fanno.

Per meditare con successo abbiamo bisogno sia di ascoltare autentici insegnamenti da un maestro di meditazione qualificato, sia di studiare qualificati libri di meditazione.

Tramite lo studio e la meditazione sviluppiamo tre tipi di saggezza:

1 La saggezza che sorge dall’ascolto
2 La saggezza che sorge dalla contemplazione
3 La saggezza che sorge dalla meditazione

Quando pienamente sviluppate, queste tre saggezze sradicano completamente tutta la negatività e tutta la confusione dalla mente.

Il successo nello studio e nella meditazione dipendono dal creare le giuste condizioni interiori e, in particolare, dal ricevere benedizioni, dal purificare il karma negativo e dall’accumulare energia positiva o merito. Otteniamo tutto questo attraverso diverse pratiche quali l’affidarsi a una Guida Spirituale qualificata, il fare offerte, il recitare le preghiere, etc.

Tuttavia, se desideri imparare a praticare in modo corretto e progredire lungo il sentiero buddhista, dovresti provare ad ascoltare insegnamenti da un maestro qualificato di un Centro buddhista Kadampa.