Buddhismo – Benefici della meditazione

Introduzione alla meditazioneScopo della meditazione è coltivare stati mentali che conducono alla pace e al benessere, ed eliminare gli stati mentali negativi che ci disturbano.

Se esaminiamo le nostre vite, realizzeremo che la maggior parte del nostro tempo e della nostra energia li usiamo per raggiungere mete mondane quali la sicurezza materiale ed emotiva, i piaceri sensuali e la buona reputazione.

Sebbene questo tipo di ottenimenti ci rendano felici per qualche tempo, non ci danno la completa e duratura soddisfazione che desideriamo. Presto o tardi la nostra felicità si trasforma in insoddisfazione e andiamo alla ricerca di altri piaceri mondani.

Direttamente o indirettamente, i piaceri mondani ci procurano sofferenza mentale e fisica stimolando l’attaccamento, la gelosia e generando frustrazioni. Inoltre, come ci sforziamo di soddisfare i nostri desideri, questo fa deteriorare spesso le nostre relazioni con gli altri.

Se non possiamo trovare la vera felicità nei piaceri mondani, dove dobbiamo cercare? La felicità è uno stato della mente e, perciò, la sua origine è nella nostra mente, non negli oggetti esterni.

Se godessimo di una mente pacifica e virtuosa, saremmo felici anche nelle circostanze più avverse. Ma se abbiamo una mente agitata e inquieta, non ci sentiamo mai soddisfatti, pur migliorando le condizioni intorno a noi.

Addestrandoci sinceramente nella meditazione, otterremo le realizzazioni spirituali che ci conducono alla permanente liberazione da tutte le sofferenze di questa vita e delle vite future. Non esiste significato più grande di questo. Persino temporaneamente, ogni volta che sperimentiamo problemi, sentimenti spiacevoli, depressione o infelicità possiamo risolvere questi problemi immediatamente trasformando la nostra mente nella pace tramite la pratica della meditazione. I benefici della meditazione sono incommensurabili.

 

Cos'e la meditazione

Meditazione sul respiroIl primo stadio della meditazione consiste nel fermare le distrazioni per rendere sempre più chiara e lucida la nostra mente. Possiamo ottenere ciò praticando una semplice meditazione sul respiro.

Scegliamo un luogo tranquillo per meditare e sediamoci in una posizione confortevole. Possiamo sederci nella tradizionale postura a gambe incrociate o in una qualsiasi altra posizione confortevole, anche su una sedia, se lo desideriamo. La cosa più importante è mantenere la nostra schiena diritta per impedire alla nostra mente di divenire pigra o sonnolenta.

Ci sediamo con i nostri occhi parzialmente chiusi e volgiamo la nostra attenzione al respiro. Respiriamo con naturalezza, preferibilmente attraverso le narici, senza controllare il ritmo del respiro e proviamo a divenire consapevoli della sensazione dell’aria che entra ed esce dalle narici.
Questa sensazione è il nostro oggetto di meditazione.
Dovremmo provare a concentrarci su di esso escludendo ogni altra cosa.

Dapprima, la nostra mente sarà molto indaffarata e potremmo persino sentire come la meditazione stia rendendo la nostra mente più occupata; in realtà stiamo solo diventando più consapevoli di quanto affollata sia realmente la nostra mente. Avvertiremo la grande tentazione di seguire i differenti pensieri appena sorgono ma dovremmo lasciarli andare e restare focalizzati con concentrazione sulla sensazione del respiro. Se ci accorgiamo che la nostra mente si è distratta e sta seguendo i nostri pensieri, torniamo immediatamente alla sensazione del respiro.

Dovremmo ripetere questo tutte le volte che è necessario finché i pensieri distraenti si indeboliranno e inizieremo a sperimentare un senso di pace interiore e di rilassamento.

In questa sezione puoi vedere alcuni brevi video, in lingua inglese, che introducono aspetti essenziali del buddhismo e della meditazione.
I video sono registrazioni di insegnamenti dei vari  insegnanti dei Centri Buddhisti Kadampa presenti nel mondo.
Scegli un argomento dal menu accanto, comprendente quattro video, e buona visione.